Ads

Recent Post

Rocking Rolling Rounded Menu with jQuery and CSS3

Sabotata ex raffineria, il Lambro si tinge di nero

Ignoti rovesciano 10 milioni di litri di gasolio nell'immissario del Po. Chiesto lo stato di calamità, è uno dei peggiori disastri ambientali mai avvenuti in tutta la Lombardia.

Alcuni volontari soccorrono la fauna del fiume. Anatre e germani non sono le uniche vittime del disastro. Le conseguenze secondo gli esperti, interesseranno anche l'agricoltura della zona, con ripercussioni sull'intera catena alimentare.

Avete presente un'autocisterna di gasolio? Ecco, immaginatene 670, stipate una dopo l'altra. E ora, pensate di rovesciarle tutte in un fiume lungo 130 chilometri. Qualcuno, all'alba di martedì mattina, l'ha fatto davvero. Qualcuno, per motivi ancora da chiarire, ha sabotato i depositi della Lombarda Petroli, un'ex raffineria con sede a Villasanta, alle porte di Monza (Milano), facendo riversare nel Lambro 10 milioni di litri di olio combustibile.

Onda assassina. Lenta e pesante, l'ondata di gasolio ha superato sbarramenti e barriere galleggianti allestiti da Vigili del Fuoco, Arpa e Protezione Civile ed è arrivata fino al tratto piacentino del Po. Lasciando dietro di sé una scia densa e puzzolente che sta decimando la fauna locale. Pesci, aironi, germani reali, i volontari del Wwf ne stanno ripescando in continuazione, senza vita. E il peggio secondo gli esperti, deve ancora venire. Gran parte del gasolio è infatti destinata a depositarsi sul fondo, con gravissime conseguenze anche a lungo termine sul territorio circostante, sul sistema agricolo e sulla catena alimentare.Calamità "artificiale".

Legambiente ha chiesto alla Regione Lombardia di dichiarare lo stato di calamità per finanziare i costosi interventi necessari. Si tratta di uno dei disastri ambientali peggiori mai provocati in Lombardia, un danno di milioni di euro, secondo le prime stime. Il tutto, in un territorio non proprio "pulito". Che il Lambro fosse da tempo diventato la "pattumiera" di molte industrie della Lombardia - che vi riversavano senza troppi scrupoli i loro scarichi a base di azoto - era già noto. Con quest'ultimo colpo, c'è chi è pronto a scommettere sulla sua fine definitiva.
Share on Google Plus

About Spataro Carmine

by testintesta

    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento