Ads

Recent Post

Rocking Rolling Rounded Menu with jQuery and CSS3

'Mai più in quella topaia'. La lista nera degli hotel

Nicola da Bologna gli ha fatto causa, Paolo lo definisce una bettola, Francy scrive "meglio la galera a questo villaggio" e Saby consiglia a tutti di evitarlo. Con cinquanta recensioni negative contro nove sufficienti il villaggio vacanze Porto Ainu di Budoni, in Sardegna, si aggiudica il primo posto nella classifica dei dieci alberghi più sporchi d'Italia del 2010. A decretare l'infamante vittoria sono, come avviene già da qualche anno, i numerosi iscritti al sito TripAdvisor: la più grande comunità di viaggi al mondo intorno alla quale si riuniscono persone che lasciano commenti, spesso accompagnati da foto, su trasporti, strutture alberghiere e mete visitate. Nasce così, grazie a numerose cavie da hotel, una delle classifiche più temute al mondo.

Il viaggio negli inferi degli alberghi italiani inizia dalla Sardegna: "Siamo arrivati il 28 agosto presso la struttura di Porto Ainu – spiega sul sito l'utente Muxmus che insieme a moglie e bambini ha visitato l'hotel nel 2009 – l’impatto è stato forte: spazzatura sparsa per il villaggio, anche nei pressi del germinal club, le stanze puzzolenti di muffa con sanitari che non scaricavano bene, le prese della corrente erano scoperte”. Insomma, un vero incubo quasi al pari del secondo hotel classificato. Si tratta del Repubblica Hotel di Roma (al terzo posto nella classifica 2009) e anche qui per capire le condizioni basta lasciare la parola a chi dice di averci dormito. Olympia è tornata a Washington da pochi giorni dopo aver trascorso con la famiglia una vacanza nella capitale, dormendo proprio nel centrale hotel. "La cosa migliore – spiega – è il sito internet". Per il resto è un tripudio di "vecchio", "rotto" e "sporco".

Al terzo posto si piazza La Pace Hotel di Tropea e anche qui i commenti non mancano: "vergognoso", "da evitare", "orrore in hotel", "andate dovunque ma non qui". Contestati dai clienti sono soprattutto il rapporto qualità prezzo e la pulizia. Al quarto e quinto posto troviamo altri due hotel romani: uno, il Nizza, era stato il vincitore della classifica 2009 e l'altro è la new entry Hotel Center 2. Buona ripresa per il primo, anche se l'84% dei clienti non lo consiglia; pessima performance invece per il secondo che, nonostante l'apprezzata posizione centrale, viene definito un hotel da tre stelle sporco e vergognoso per una città come Roma. Sconsigliato dal 76% dei clienti e con quindici giudizi pessimi, al sesto posto c'è il villaggio Gioca in Birdi di Aglientu, Sardegna, mentre al settimo con giudizi che vanno da "quasi pessimo" a "complessivamente positivo, se parti preparato", si piazza l'hotel Terme Parco Eco di Ischia.

Ottavo e nono posto spettano ad altre due strutture della capitale: l'hotel Rubino e il Park Hotel Blanc et Noir. Volete sapere secondo Steve di Los Angeles qual è la differenza tra dormire al Rubino e dormire in strada? Centoventi euro, ovvero il costo di una notte in doppia. Prezzi troppo alti, servizi scadenti, muffa e scarsa pulizia anche per l'altro hotel romano che viene sconsigliato dal 90% dei clienti che lo hanno recensito. All'ultimo posto, a un pelo dalla salvezza, si piazza il Concorde Hotel di Firenze: "disgustoso", "terribile" e "simile a un ricovero per senza tetto" i commenti dei clienti più inferociti.

Si chiude così una classifica che non piacerà affatto ai gestori degli hotel che, tramite alcune associazioni di albergatori, portano avanti dallo scorso anno una battaglia contro TripAdvisor, accusato di non verificare l’attendibilità degli autori dei commenti pubblicati. Diffamante, falsa e offensiva: gli albergatori italiani rispondono così alla classifica, mentre il sito ribadisce che i commenti e soprattutto le foto sono valide testimonianze delle esperienze di viaggio degli iscritti. Ma, bisogna precisarlo, tra centinaia di giudizi negativi ne spuntano anche alcuni fuori dal coro. Quanto basta per dare un’altra chance a queste strutture che, si spera, correranno ai ripari per uscire dalla classifica 2011.

A consolazione del terziario nazionale TripAdvisor stila, in contemporanea alla classifica italiana, anche quella europea, americana e asiatica. L’hotel più sporco d'Europa è, secondo un plebiscito di "disgusting", il Grosvenor di Blackpool, Inghilterra; al secondo posto troviamo nuovamente il villaggio Porto Aiunu di Budoni, mentre al terzo posto si piazza, con bagni fatiscenti e 37 foto per farvene una ragione, il londinese Park Hotel.

Se state progettando un viaggio negli Stati Uniti invece sono soprattutto tre gli hotel da depennare subito dalle vostre guide. Si tratta dell'Heritage Marina di San Francisco, primo posto nella classifica a stelle e strisce grazie a numerosi commenti come quello dell'utente californiano Gixxer: "In nessun hotel si dovrebbero incontrare prostitute per i corridoi – scrive su TripAdvisor – la stanza e le lenzuola puzzavano di tabacco e dal soffitto del bagno cadeva acqua”. Secondo posto per il Days Inn Eureka in Missouri ("se l’inferno fosse un hotel dovrebbe essere così", scrive un ospite) e terzo per il Tropicana Resort di Virginia Beach, in Virginia: in 129 lo definisco terribile contro gli 8 che lo trovano eccellente.

E infine, per essere sicuri di non sbagliare mai indirizzo, se passate in Thailandia ricordatevi di non dormire al Phi Phi Don Chukit Resort di Ko Phi Phi Don, è questo l'hotel più sporco di tutta l'Asia così come documentano foto e commenti dei clienti. Secondo posto per l'indiano Raj Residency di Madras – sconsigliato dal 90% degli utenti – e terzo per il Goldkist Beach Resort di Singapore. "Ce lo aspettavamo senza fronzoli – scrive Maggie del Queensland - ma le cimici nel letto se le potevano evitare”.
Share on Google Plus

About Spataro Carmine

by testintesta

    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento